Word Sound and Power

Selassie
Croce etiope

Wor Sound and Power

Parola, Suono e Potere. Con questa espressione trinitaria la tradizione RastafarI riassume le diverse fasi del processo creativo di Dio, che fece tutte le cose, secondo la narrazione biblica della Genesi, per mezzo del Suo verbo: quando disse “sia la luce”, la luce fu e venne all’essere. Essendo questo l’archetipo universale di ogni opera esistente, penetrandone l’intelligenza è possibile comprendere anche la natura del lavoro umano e governarne efficacemente lo sviluppo produttivo. Il Vangelo di Giovanni, meditando su queste linee, dice nel suo principio:

“In principio era la Parola”

Ogni operazione o creazione divina parte in primo luogo dal pensiero di Dio e dall’espressione della Sua volontà; e ugualmente è per l’uomo, che parla nella sua mente e nel suo cuore, comunica ordini al suo corpo e compie in tal modo ciò che desidera. In questo risiede anche il primato logico della sapienza come fondamento predominante di ogni sua possibile azione. In termini teologici, questo stadio corrisponde alla Persona Divina del Padre, che pur rimanendo invisibile e immobile nella Sua Trascendenza, ordina tutto il piano della salvezza e invia il Figlio e lo Spirito Santo, che da Lui hanno vita. E’ il Verbo Pensato.

La tradizione etiopica afferma che Dio creò le prime sette creazioni in silenzio, e l’ottava, la luce, la creò facendo risuonare la Sua voce, così come riportato dalla Genesi. Una volta verbalizzata invisibilmente nel pensiero, questa parola viene materialmente pronunciata come Suono, si riveste di fisicità e comunica socialmente affinché ogni volontà progettuale sia accettata e realizzata. Questo stadio corrisponde alla Persona Divina del Figlio, che si fa carne, dimora tra gli uomini e rivela storicamente all’umanità i misteri del Padre. E’ il Verbo Parlato. 

Una volta riverberato nello spazio, questo Suono fa vibrare le menti così come le cose che investe, e quindi esercita o acquisisce Potere su di esse, le fa muovere e le dirige come desidera, opera concretamente nel mondo, così come una certa frequenza può letteralmente frantumare i vetri di un edificio. Questo stadio finale e realizzativo corrisponde alla Persona Divina dello Spirito Santo, che santifica la creazione fisica e la porta a compimento, che ispira l’operazione dei profeti e incide sulla storia. E’ il Verbo Scritto.

Riguardo a tutto ciò, il Signore insegnò molto sinteticamente, sempre nel Vangelo di Giovanni (10, 10) : 

“Questa parola che Io vi ho pronunciato, non è da presso di Me che l’ho ragionata, ma il Padre che è in Me, Egli fa quest’opera”. 

In accordo a queste considerazioni, una delle caratteristiche più evidenti della mistica RastafarI è l’importanza data al linguaggio e alla sua forza musicale materiale, la comprensione del suo potenziale “magico”, inteso come potere reale di creare e conquistare vibrazionalmente il mondo circostante. 

Così come Dio governa per mezzo della Sua legge biblica, così l’Uomo regna per mezzo di costituzioni e decreti di parole, e coerentemente a questo tempo di Regalità, si sviluppa in I&I una nuova coscienza della fondamentale funzione della Parola per la realizzazione di qualunque opera fisica, nonché del suo impatto determinante sul corso fattuale della storia.